Er ponte

pontestretto

– M’ero sbajato, tocca fallo er ponte! –
Chi ce ripensa c’ha le corna in fronte.

S’è rimangiato in fretta la parola,
e a noi ce fa pensa’ ‘na cosa sola:
che se un Matteo governa questo Stato
n’è mica lui.
È quello ricercato.

Marazico – 2016

Pubblicato in Satira politica | Lascia un commento

Er ladro

crocifissione_mantegna

Quanno in silenzio ammiro questo quadro
me viè un pensiero insieme ad un sorriso:
de tutti quanti l’omini quer ladro
è l’unico sicuro in Paradiso.

Marazico – 2016

——————————————

“In verità ti dico, oggi sarai con me nel Paradiso”.
Dio non ragiona come noi, rassegnamoci. Per fortuna, aggiungo.

Pubblicato in Fede, Religione, Riflessioni | Lascia un commento

La Costituzione (e nonno Spartaco)

costituzione

Quanno che l’hanno scritta, me ricordo,
nun è che tutti fossimo d’accordo.
Anzi, se ve la devo di’ papale,
più de quarcuno ce rimase male,
perché tra reticenze e compromessi
ce sentivamo presi un po’ pe’ fessi.
Parecchi tra i compagni der Partito
parlavano de spirito tradito.

Ma se la leggo oggi, freddamente,
la trovo in certi punti commovente,
scritta de core, assai semplicemente,
pe’ falla capi’ bene dalla gente.
Dar contadino, ar sarto, all’avvocato,
fosse ignorante o fosse laureato.

In quella prosa limpida e scandita
ce sta un’Italia che oramai è sparita.
Una Nazione co’ le spalle ar muro,
ma co’ ‘na fede intatta ner futuro,
fatta de gente semplice e pulita,
co’ sogni onesti e semplici de vita.
L’Italia de De Gasperi e Pertini,
no quella della Boschi e de Verdini.

Ho quasi novant’anni, ma attenzione,
guai a chi me tocca la Costituzione.
Er monno è assai cambiato ed è scontato
che quarche articoletto va aggiornato,
ma quella cosa che mo va votata
è solamente un’orrida porcata
che nun risolve niente e che fa danni
e che ‘n potremo più cambia’ pe’ anni.

Per cui a dicembre se nun voti contro,
mejo che cambi strada se te incontro!

Marazico – 2016

——————————————–

Occhio che nonno Spartaco non scherza. E da qualche parte deve ancora avere nascosto il mitra che prese a un tedesco.
C’avrei mandato lui in TV al posto di Zagrebelsky ieri sera. Quell’altro avrebbe scherzato poco.

Pubblicato in Diritti civili, Satira politica | Lascia un commento

L’esempio di Nerone

nerone

– Roma fa schifo caro Tigellino.
Come lo metto a posto ‘sto casino? –
– Semo d’accordo, c’è da salva’ poco.
Se me dai carta bianca je do foco. –

La Storia l’ha bollato come empio,
ma forse andrebbe preso come esempio.
Virgi’, se nun voi fatte tanto male
sbrigate a porta’ i libri in tribunale.

Marazico 2016

————————————

Fallimento e si ripartiva da zero.
Ma dovevano farlo subito, già è troppo tardi.
Clamoroso errore.

Pubblicato in Roma, Satira politica | Lascia un commento

Beatrice

lorenzin

Puoi scarica’ la colpa, ma la gente
sa riconosce chi è ‘n’incompetente.
Hai fatto ride popolo e nazione,
ma in fondo è solo comunicazione.
Nun esse boni a scrive un manifesto
è ‘na questione che fa poco testo,
so’ cose trascurabili, banali.

La cosa seria, l’abominio vero,
è chi nun po’ compra’ i medicinali
e va a finì anzitempo ar cimitero.

Marazico

———————————–

Fiumi di inchiostro e tonnellate di byte per una vicenda più ridicola che altro.
Ecco le cose serie, invece.
Anziani, disoccupati, poveri che rinunciano a curarsi perché medicine e ticket costano troppo. Ecco le cose serie.

Pubblicato in Satira politica | Lascia un commento

La coscienza

coscienza

Studio, Impegno e Sacrificio
faticavano in ufficio,
mentre nella stessa stanza
la Pigrizia e l’Ignoranza
continuavano a chattare
chine sopra al cellulare.

Disse Studio un po’ alterato:
– Quelle due m’hanno stufato! –
Ribadì seccato Impegno:
– Stanno proprio a passà er segno! –

Sacrificio restò zitto
mentre arzò l’occhi ar soffitto:
– Sgobbo oggi più de ieri,
ma lo faccio volentieri.
Nun me fa ‘sto gran piacere,
ma c’è er senso der Dovere
che m’esorta e me sostiene
ad agire per il bene.
Poi contemplo er risultato
e me chiedo che ho sbajato
se chi se comporta male
alla fine ride uguale.
In Italia esse corretto
pare quasi che è un difetto.
Anzi capita più spesso
che te trattano da fesso.

Chi me frega è la Coscienza:
ma ‘n se campa mejo senza? –

Marazico – 2016

Pubblicato in Costume e Società | Lascia un commento

Verrà l’inverno

neve_ruderi

Non so se il mio dolore sia sincero,
non so quello che provo per davvero
mentre in silenzio osservo il volto amato
bianco di terra, offeso, sfigurato.

Verrà l’inverno,
e coprirà la neve quello che resterà nella memoria.
Senza rumore farà quel che deve.
Io sarò perso dentro un’altra storia,
e tu sarai un pensiero consumato.

Ma mi conosci, e m’avrai perdonato.
Marazico – 2016

—————————————-

Vale per i luoghi devastati dalla natura, ma è lo stesso per i cuori degli esseri umani.
Dimentichiamo. E siamo dimenticati.

Pubblicato in Riflessioni | Lascia un commento

Proposta

raggi_appendino

Una corre e va ar galoppo,
l’altra arranca e viaggia all’ambio.
Si lo so che chiedo troppo,
ma ‘n potremmo fa’ ‘no scambio?

Marazico 2016

Pubblicato in Roma, Satira politica | Lascia un commento

La domanda

raggi_piange

Chi adesso ve deride e ve condanna
è gente che annidata ner Palazzo
so’ anni che intrallazza ruba e inganna
e ha trascinato Roma in quest’andazzo.

Però sorge spontanea ‘na domanna:
ma n’è che nun ce state a capì un cazzo?

Marazico – 2016

Pubblicato in Roma, Satira politica | Lascia un commento

La vignetta

charliehebdoamatrice

Dunque se ho ben capito qui er problema
è ‘sta vignetta irrispettosa e scema.
Dedicherei più indignazione e rabbia
a chi rifà le scole co’ la sabbia.

Marazico – 2016

———————————

E come al solito tutti, o quasi, a guardare il dito e non la luna.

Pubblicato in Satira politica | Lascia un commento